2004 / Playtime. Dimensione ludica e new media art

talks & teaching

Playtime. Dimensione ludica e new media art
Tavola rotonda a cura di Domenico Quaranta
Torino, Multidams, Ass. Cult. Orsa 30 giugno 2004
www.multidams.unito.it/mostra/playtime.htm

tobias bernstrup/palle torsson

[recensione a cura di SplashZone]
[post e foto di Matteo Bittanti]

Power point dell’intervento: Videogiochi Geneticamente Modificati

Che l’arte sia gioco è un luogo comune, ma che i nuovi media abbiano potenziato la natura ludica dell’arte è una questione che merita di essere indagata, perché presuppone un legame forte tra mezzo e contenuto, e invita a lanciare uno sguardo rinnovato all’arte degli ultimi trent’anni.

Indagare la natura ludica dei nuovi media, e approfondire i legami che l’arte intrattiene con la forma culturale del videogame, è l’obiettivo di una tavola rotonda, promossa dal corso di laurea Multidams dell’Università di Torino e curata da Domenico Quaranta, che si terrà il 30 giugno 2004 dalle 14.30 alle 19.30 nella sala conferenze dell’Associazione ORSA. L’incontro sarà l’occasione per discutere della natura ludica dell’arte, della questione dell’interattività, del ruolo che l’avvento dei videogiochi ha avuto nella diffusione di una nuova estetica videoludica che coinvolge arte, cinema e letteratura e per avvicinare l’opera di quegli artisti che scelgono di riscrivere, manipolare o sovvertire la forma-videogame, parlando di pace e di guerra, di amore e violenza, di ideologia e tecnologia: e, perchè no, di giochi e videogiochi. La tavola rotonda, organizzata in occasione della mostra SEIMETRICUBI (18 giugno – 7 luglio 2004), vedrà la partecipazione di: Matteo Bittanti, docente allo IED di Milano, cultore di game studies e curatore, con Gianni Canova, della collana Ludologica. Videogames d’autore; Mauro Ceolin, net artista (www.rgbproject.com); Coniglioviola, collettivo di net artisti (www.coniglioviola.com); Piero Gilardi, artista; Carlo Infante, Docente di Culture digitali e performing media; Valentina Tanni, critica d’arte, curatrice, e fondatrice di ExiWebArt e di Random Il curatore, Domenico Quaranta, è redattore di Cluster. On Innovation e autore del libro NET ART 1994 – 1998. La vicenda di ada’web (2004).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *