2011 / Bellavita

books, events

Il progetto Bellavita nasce circa un anno fa da un’idea di Fabrizio Di Bonaventura e Giampiero Porzio. L’idea si è sviluppata in un contesto di solidarietà sociale, con l’obiettivo di finanziare la ONLUS “L’Aquila per la Vita”, che si occupa di assistenza domiciliare ai malati di cancro.

Questa Onlus, costituita nel febbraio 2004, sostiene le attività cliniche e di ricerca dell’Unità Operativa di Oncologia Medica di L’Aquila, in particolare le terapie di supporto, palliative e le cure domiciliari. Dal gennaio 2010, la Fondazione Umberto Veronesi è partner di L’Aquila per la Vita nel progetto di realizzazione di un Centro di Ricerca e Formazione sulle Cure Domiciliari Oncologiche. L’attività di L’Aquila per la Vita è interamente finanziata da donazioni e con l’organizzazione di eventi, senza alcun contributo da parte di Enti Pubblici.

Il progetto Bellavita intende quindi aiutare L’Aquila per la Vita nella sua quotidiana attività di sostegno ai malati di tumore in due modi: reperendo le risorse necessarie al sostegno economico della fondazione e dando visibilità al suo operato.

Per raggiungere questi obiettivi il Comune di Controguerra, con il sostegno della Banca Tercas e CCIAA della Provincia di Teramo, ha promosso l’incontro tra arte contemporanea e produttori di vino. L’idea, che ha visto l’interazione dell’arte contemporanea con nove cantine di vino dei territori di Colonnella, Controguerra e Torano Nuovo, si è sviluppata attraverso la creazione di 18 disegni realizzati da altrettanti artisti, selezionati da Francesca Referza, curatore indipendente, Maria Rosa Sossai, curatore e presidente dell’associazione d’arte contemporanea esterno22 e Valentina Tanni, critico e curatore indipendente.

I disegni degli artisti sono diventati 18 etichette di una linea di bottiglie di vino denominata Bellavita. Una percentuale del ricavato della vendita delle bottiglie di vino andrà alla Fondazione L’Aquila per la Vita a sostegno della sua quotidiana attività. Il catalogo – che conterrà i disegni delle etichette create dagli artisti, i loro profili e quelli delle aziende vitivinicole che hanno aderito al progetto Bellavista – verrà presentato sabato 17 settembre 2011, alle ore 18, presso l’Enoteca comunale di Controguerra, in provincia di Teramo. Il ricavato della vendita del catalogo verrà devoluto alla ONLUS L’Aquila per la Vita.

Il Team Bellavita, costruito dall’assessore alla Cultura del Comune di Controguerra Fabrizio Di Bonaventura e dall’oncologo di L’Aquila per la Vita Giampiero Porzio, si compone di due Testimonial d’eccezione, il primo è il cantautore abruzzese Mimmo Locasciulli che ha scritto l’introduzione del Catalogo, ed il secondo è il famoso sommelier Paolo Lauciani (Sommelier di Gusto su Canale 5 e de La Prova del Cuoco su Rai Uno) che ha curato la presentazione della sezione enologica del Catalogo. I due testimonial parteciperanno alla serata di presentazione.

Inoltre Team Bellavita, si arricchisce della presenza del grafico Divo Fagotti, che si è occupato dello studio e la realizzazione del catalogo e delle etichette e di due esperti giornalisti, Luca Maggitti e Sandro Galantini, che si occupano della comunicazione.

Gli artisti che hanno realizzato un disegno per Bellavita sono: Elena Arzuffi, Bianco-Valente, Lorenza Boisi, Marco Bongiorni, Mauro Ceolin, Cristian Chironi, Raffaella Crispino, Tomaso De Luca, Nicola Di Caprio, Loredana Di Lillo, Valentino Diego, Matteo Fato, Silvia Giambrone, Rafael Pareja, Paride Petrei, Maria Grazia Pontorno, Giulio Squillacciotti, Elisa Strinna.

9 sono le aziende vitivinicole coinvolte nell’iniziativa: Biagi, De Angelis Corvi, Illuminati, Lepore, Monti, Podere San Biagio, Tavoletti, Tenuta Strappelli, Tenuta Torretta.

A questo gruppo di viticoltori va molto del merito dell’acquisizione della DOCG Colline Teramane, riconoscimento ottenuto nel 2003. Oltre al Montepulciano Doc e al Trebbiano Doc, comuni a tutto il territorio abruzzese, la Val Vibrata, nei territori di Controguerra, Colonnella, Corropoli, Ancarano e Torano Nuovo, ha ottenuto anche l’importante riconoscimento della Controguerra Doc.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *