Copyrights

Copyrights (2011- Ongoing) is a project by Phil Thompson:

“The Google Art Project contains several paintings which have had a blur filter applied to them so as to make them unrecognisable. Google explain this decison stating that they were, ‘required to be blurred by the museums for reasons pertaining to copyrights.’
After collecting all of these images by taking screenshots and cropping out the blurred images, they were emailed to oil painting reproduction companies in China (chosen for its own issues with internet censorship and for its ongoing difficulties with Google), where they were painted to the scale of the original painting. These reproductions were shipped back to the UK and now become the art work.”

 

Replaced Mona Lisa

Replaced Mona Lisa is a work by Mike Ruiz:

“The Mona Lisa with the lady selected then put through Content-Aware Fill (a Photoshop CS5 tool that automatically generates content based on the existing surrounding content of the image and fills in selected area). The resulting image is a potential landscape as interpreted by the software. The image was sent to an painting manufacturer in China where an oil painting was produced.”

La ragazza dei domini parcheggiati: la sconosciuta più vista di Internet

Vi sarà capitato di vederla. Digitate male un indirizzo internet, finite su un dominio che ha un nome simile, ma non proprio identico, e spesso compare lei, la studentessa bionda. Per qualche motivo, è diventata una specie di tradizione quella di mettere la sua foto sulle home page dei “domini parcheggiati” (ossia comprati ma non utilizzati, o utilizzati solo per piazzare pubblicità), una pratica che si chiama domain parking, in alcuni casi typo squatting.
La fotografia, scaricata da una delle tante “banche” di immagini disponibili online (in questo caso, iStockPhoto) ha circolato talmente tanto da spingere molti a fare delle ricerche sulla ragazza, sullo scatto e sulle ragioni della sua onnipresenza. Le prime notizie vengono date dallo stesso fotografo, Dustin Steller, che esce allo scoperto dichiarando di aver uploadato l’immagine nella banca dati di iStockphoto nel 2005 e aggiungendo che la ragazza nell’immagine non è altro che sua sorella Hanna (“è sposata felicemente”, precisa, rispondendo alle decine di ragazzi che si dichiaravano suoi pretendenti).

A spiegare il perché di tanta diffusione, ci pensa questo sito, che individua come responsabile la Demand Media, un’azienda americana che ha come core business proprio quello di acquistare domini e parcheggiarci un sacco di pubblicità sopra. Una pratica molto vicina allo spam, ma del tutto legale. Pare che sia stata proprio la Demand Media a piazzare la studentessa bionda in centinaia di siti, seguita poi da molti altri.
Naturalmente, la diffusione virale di un’immagine porta con sè un effetto collaterale inevitabile: l’appropriazione e la reinterpretazione della stessa. E così via a parodie e versioni modificate. Poi, qualche volta, arrivano anche gli artisti. Il californiano Parker Ito, con una classica operazione da artista “Post Internet”, e non senza dichiarate influenze warholiane, ha deciso di commissionare una serie di dipinti tratti dalla famosa fotografia tramite orderartwork.com, un sito cinese che fa “oil paintings on demand”. Un’icona sconosciuta, dipinta su commissione da pittori sconosciuti.

Untitled Painting

“In his one piece domain Untitled Painting (www.untitledpainting.com), Thomas Traum has embedded searchable satellite imagery from Google as the substrate for abstraction and for painting on top of, you can click away. He says it is in part inspired by the late 1980’s overpainted photographs of Gerhard Richter, which is more or less apparent, yet where Richter’s tourist photo style backdrop’s are fixed, Traums locations are fluid.”

[via painted etc]