The Dark Side of the Mall

Si ricomincia. La partenza sarà probabilmente al ralenti, come in ogni dopo-vacanza che si rispetti. Giusto per rientrare nel mood, dirotto la vostra attenzione su un collettivo di artiste australiane. Si chiamano The Kingpins (il “the” è d’obbligo di questi tempi, non solo tra le band musicali) e fanno foto, video, performance e installazioni. Le loro immagini sono il risultato di un bizzarro quanto riconoscibile mix di influenze. Ci sono la cultura pop e il kitsch più sfacciato, l’immaginario gay e transgender, gli stereotipi del rock e le follie della società consumistica. Ci sono i videoclip e le soap, ci sono Cindy Sherman e Matthew Barney, ma anche Spike Jonze e Weird Al Yankovic. Non so spiegarvi come, ma il pastiche sembra reggere. Un’ultima annotazione: fate caso ai titoli delle foto (The Dark Side of the Mall, Welcome to the Jingle, Hieronymus Posh)…

2 Comments The Dark Side of the Mall

  1. Valentina

    Non sono certo il capolavoro del secolo, ma si, penso che queste immagini siano interessanti. Alcune sono scomposte e fastidiose, altre sono sciatte, altre ancora partono da uno spunto se vuoi banale. Ma trovo che abbiano una loro energia, un'estetica diretta e poco costruita (nonostante il mix di riferimenti ben individuabili di cui si diceva). Ciao!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *